LushDirty: lavarsi i denti in viaggio

LushDirty potrebbe fare per voi se state entrando in fase acuta da stress da viaggio o se semplicemente temete di dover lasciare il vostro tubetto di dentifricio in aeroporto perché eccede il quantitativo massimo allora questo prodotto fa per voi. Se poi siete dei viaggiatori leggeri non potrete farne a meno! Si tratta di pasticcheContinua a leggere “LushDirty: lavarsi i denti in viaggio”

Mobile Life 1

Immaginate un mondo dove sia possibile spostarsi costantemente con mezzi veloci e continuare a rimanere in contatto con amici e conoscenti.Immaginate un mondo dove il concetto di vicinanza sia soggettivo.Questo mondo  già esiste! Oggi la tecnologia mette a disposizione strumenti che ci liberano permettendoci di fare piú attività o di fare le stesse cose diContinua a leggere “Mobile Life 1”

Il tweet, la Mela e una tirata d’orecchie

Il Presidente Obama ha tweettato da un Mac book pro (con logo coperto). Wow per il tweet e bella pubblicità per la Mela! Ma poi ha tirato le orecchie all’azienda invitandoli a lavorare maggiormente con fornitori americani. Ricordo che i prodotti Apple sono disegnati a Cupertino ma interamente prodotti in Cina. via CNN

La lettura senza confini

Leggo su http://www.simplicissimus.it/blog/ e sull’account Twitter due splendide notizie: 1) gli ebook si potranno noleggiare 2) molti lettori old style, afflitti dal problema dello spazio, decidono di passare agli ebook. Molti di questi, intervistati, affermano che tendono ad acquistare più libri. Nella peggiore ipotesi infatti avranno fatto un acquisto sbagliato ma non avranno tolto preziosoContinua a leggere “La lettura senza confini”

Mission Impossible Ghost Protocol

Per cominciare date una occhiata al trailer. Ho sempre trovato interessante il link fra le location scelte e il film e non sono mai riuscito a capire con quale criterio la produzione abbia scelto le location e i set. Di solito rappresentativi ma non arcinoti. Vediamole: Mission Impossible 1 > la linea ferroviaria Parigi –Continua a leggere “Mission Impossible Ghost Protocol”