bticino Desktop charger station: portatela con voi

la BTicino mi ha recentemente messo a disposizione la Desktop Charger Station. E vi dirò perché potreste usarla anche in viaggio. Si tratta di una multipresa (comunemente chiamata ciabatta) che ha due caratteristiche: 1) ha un alloggiamento pensato per i tablet 2) ha tre prese usb Caratteristiche tecniche due prese  di tipo 10a che accolgono spineContinua a leggere “bticino Desktop charger station: portatela con voi”

Lardini RVR: capi molto smart

  Ho avuto modo di provare due capi Lardini RVR della stagione autunno/inverno 2013/2014 portandoli con me per un weekend a Helsinki. RVR sta per reversibili. Ho portato con me un piumino e una giacca. Entrambi hanno un lato in tessuto tecnico e idrorepellente. L’altro lato è in fibre nobili (cachemire per la giacca eContinua a leggere “Lardini RVR: capi molto smart”

Tumi – il viaggiatore è cambiato

In questo post avrei voluto parlarvi della mia esperienza con lo zaino T3 della Tumi ma non lo farò. Avrei voluto fare una breve introduzione su che azienda è la Tumi ma mentre scrivevo ho visto che di roba da dire ne avevo eccome. Era il 2006 ed ero a New York per vacanza.  CuriosandoContinua a leggere “Tumi – il viaggiatore è cambiato”

Moleskine travelling collection

Interessante il progetto di Moleskine che prevede una linea di prodotti pensati e progettati per il viaggio. I prodotti sono stati realizzati in Cina ma su progetto del designer Italiano Giulio Iacchetti. La linea prevede un Messenger e una serie di accessori quali un portaocchiali/portapenne, penne con gomma e cappuccio con clip, temperamatite, una pennaContinua a leggere “Moleskine travelling collection”

ilfattoria: streetfood e scienza

Ritorna il fattoria è il progetto al quale ho preso parte il 30 ottobre presso la sede di Autogrill. Il Fattoria è un panino dell’Autogrill che è tornato in assortimento dopo 10 anni di assenza. La farcitura è a base di speck IGP dell’Alto Adige e Brie francese avvolti in fette di pane di semolaContinua a leggere “ilfattoria: streetfood e scienza”